Viviamo di forme e colori...
Profumi luminosi...
Accendi i tuoi sogni...
Magie di cera...
Scegli la tua collezione...
Una storia di famiglia...
Vivi il Natale con noi...

M’illumino di meno 2019, accendiamo il risparmio

Il 1° marzo 2019 torna l’iniziativa che ci è più cara e che mette in luce l’importanza del risparmio energetico.

 
Quattordici edizioni e la stessa voglia di portare un piccolo grande messaggio, almeno una volta l’anno.

M’illumino di Meno è la giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili, ideata da Rai Radio2 e Caterpillar per invitare ciascun cittadino a partecipare a questa iniziativa, emblematica e concreta allo stesso tempo, in modo attivo.
Il 1° marzo anche Bergamo parteciperà all’evento, come ogni anno, con diverse proposte diffuse per la città.
Quest’anno sarà protagonista l’economia circolare: riuso dei materiali, riduzione degli sprechi, rigenerazione delle risorse.
E anche se il mondo fa ogni giorno dei passi in avanti, dobbiamo ricordarci che le attenzioni e la sensibilità verso l’inquinamento e l’ambiente non sono mai abbastanza.

 

Risparmiare sulla luce, ma non sull’atmosfera

Cereria Pernici sarà sponsor di M’illumino di Meno a Bergamo e fornirà seicento padelle romane che serviranno per illuminare Via Bartolomeo Colleoni in Città Alta.
Via Colleoni, conosciuta dai bergamaschi anche come corsarola, è il corso più lungo per una passeggiata turistica che attraversi tutta Città Alta: immaginatela di notte, illuminata dalla luce naturale delle padelle romane, così adatte alle suggestioni e alla storia di cui questo antico itinerario è ricco.
Qui sembra che il tempo si sia fermato a quando Bergamo sorgeva solo sulla parte collinare del suo territorio, e la notte può rivelarsi in tutta la sua bellezza.
Insomma, meno elettricità, ma decisamente più fascino e atmosfera.

 

VI ACCORGERETE
DI QUANTO
POSSANO BRILLARE
LE STELLE.

 

Tutta l’Italia si illumina di meno

Non solo Bergamo, si spengono le piazze italiane, i monumenti, i palazzi delle istituzioni e le case di tanti cittadini: dal Colosseo al Quirinale, dall’Arena di Verona alla Torre di Pisa, per l’iniziativa M’illumino di Meno si sono spenti anche la Torre Eiffel e la Ruota del Prater di Vienna, per dirne alcune.
E poi le visite guidate a bassa luminosità nei musei, i dibattiti nelle scuole sull’efficienza energetica, gli eventi organizzati dagli osservatori astronomici…
Vi accorgerete di quanto possano brillare le stelle nelle giuste condizioni, e di quanta bellezza vi privi ogni notte l’inquinamento luminoso delle vostre città.

 

Da iniziativa personale a legge?

Stava per diventare legge dello Stato: nel 2017 due proposte di disegno di legge, alla Camera e al Senato, hanno chiesto l’istituzione della Giornata nazionale del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili
Sono gli stessi giovanissimi, tra i 18 e i 34 anni, a propendere per valori come la sostenibilità, le energie rinnovabili e alternative, il biologico e l’importanza della mobilità pubblica.
Se ancora non possiamo contare su una legge quindi, possiamo almeno contare sui nostri giovani e sulle misure e gli accorgimenti da prendere ogni giorno per fare ciascuno la nostra parte.