Viviamo di forme e colori...
Profumi luminosi...
Accendi i tuoi sogni...
Magie di cera...
Scegli la tua collezione...
Una storia di famiglia...
Vivi il Natale con noi...

Cereria Pernici vi insegna come accendere una candela

Sapere come accendere una candela nel modo giusto sembra essere una pratica scontata, e invece così non è. Chi non ha mai visto candele annerite, rovinate nella loro forma e diventate, con il passare del tempo, inutilizzabili?

 

 
Ci sono degli step da seguire che vi permetteranno di godere della bellezza di una candela, della sua luce soffusa e della sua essenza.
Tenete a mente questi passaggi:

 

1. Tagliare lo stoppino.

Con le forbici date un taglio netto allo stoppino, lasciando circa 1 cm. Nel momento in cui lo tagliate, abbiate cura che non ne rimangano residui sulla cera, perché anche solo piccoli fili o pezzi dello stoppino potrebbero bruciarsi nel momento in cui la candela viene accesa, rovinandone il profumo. La giusta misura dello stoppino consente di ottenere una fiamma alta e vivace e non creare fumo. Prima di ogni utilizzo, quindi, controllatene la dimensione ricordando che non deve superare quella di 1 cm.
 

2. Come spegnere la candela.

La produzione di Cereria Pernici è composta da candele decorative e da candele profumate con dimensioni e componenti differenti. Nonostante la diversità fra loro, è utile ricordare che la condizione ideale per lo spegnimento della candela nel contenitore di vetro si raggiunge con il completo scioglimento della superficie così da evitare la formazione di crateri e depositi di cera sui lati del contenitore.
 

3. Controllare il tempo.

Il tempo ottimale per lasciare una candela accesa è tra le 2 ore e mezzo e le 3 ore e mezzo, per un limite massimo di 4 ore. Questo vuol dire che accendere una candela è un piacere che richiede tempo e lentezza per essere vissuto a pieno. Spegnendola prima del dovuto, lo stoppino inizierà a discendere sempre più sul fondo, rendendo difficile l’accensione per gli utilizzi successivi.
 

4. Non esporre la candela a spifferi.

Cercate di posizionare la vostra candela in un luogo della casa non ventilato e non interessato da continui spostamenti d’aria dovuti ai movimenti delle persone. Nell’eventualità di correnti d’aria, chiudete porte e finestre e riponete la candela in un luogo riparato. In questo modo la fiamma arderà in modo costante e non si annerirà il contenitore della candela, alterandone l’essenza oltre che l’aspetto estetico.

 
Mettete in pratica questi consigli su come accendere una candela nel modo corretto, magari provando le sorprese della collezione Pernici primavera-estate 2018Un giorno a Sorrento”.